Dichiarazioni

Il Sindaco di Casoli chiede pari dignità tra i territori e le famiglie. In gioco i principi di uguaglianza e non discriminazione.

Alla luce delle indiscrezioni emerse sulla nuova programmazione regionale apparsa sulla stampa si chiede un ulteriore confronto con l’assessore Veri in considerazione del proficuo incontro avuto già in Regione per verificare e contribuire a dare maggiori servizi sanitari per i nostri cittadini.

Allo stato attuale il piano della rete ospedaliera presentato per la provincia di Chieti ricalca quello presentato dalla Giunta di centrosinistra.

In questi anni a Casoli si è proceduto, con una serie di investimenti, a riattivare molti servizi ospedalieri ed a garantirne di nuovi.

Orbene se è intenzione del nuovo Governo Regionale proporre Guardiagrele come “stabilimento ospedaliero con sede di pronto soccorso, funzionale al presidio ospedaliero di Chieti”, come proposto dall’assessore regionale alla sanità, sul modello di quanto già sperimentato a Ortona, con una proposta che prevede la dotazione di 45 posti letto per acuti e post acuti di cui 15 di geriatria, 10 di medicina e 10 di lungodegenza, non si comprende come la stessa soluzione non possa essere adottata per Casoli che, a buon ragione, può assurgere a “stabilimento di Lanciano” con la riassegnazione di posti letto di medicina.

I 5 presidi chiusi dal Governatore Chiodi e dal centrodestra vanno trattati allo stesso modo, in conformità, per altro, ad una delibera di giunta regionale del 2018 guidata da Lolli e che proponeva, indistintamente per tutti i presidi di Guardiagrele, Casoli, Gissi, Pescina e Tagliacozzo, di valutare la possibilità di una riclassificazione.

Ma pare che ciò non valga per tutti.

Nel frattempo a Casoli debbono essere garantiti quegli investimenti per riaprire anche l’ultimo reparto attualmente non funzionante, confermando la RSA con 20 posti letto negli spazi liberi ed idonei del terzo piano del PTA. E, considerata la disponibilità di spazi idonei, sicuramente può essere incrementato il servizio di assistenza sanitaria per i cittadini del nostro territorio, con l’attivazione di 15 posti letto per la riabilitazione ex art. 26.

I cittadini tutti dell’Aventino, già penalizzati dalla precaria situazione stradale che condiziona oltremisura la pendolarità verso i servizi sanitari essenziali di acuzie, devono trovare idonea tutela del loro diritto alla salute, da parte delle autorità regionali, con un piano che garantisca una minima dignità dal punto di vista sanitario affinché la nostra valle, già espropriata e penalizzata da tutti i servizi, non torni ad essere la cenerentola d’Abruzzo.

Chiedo, a nome di un intero territorio, al governo regionale di porre la dovuta attenzione alla mobilità passiva sia intraregionale che extraregionale, nonché alle lunghe file d’attesa poiché questi indicatori stanno a significare il grande ritardo che attanaglia la nostra Regione e in particolare noi che stoicamente viviamo le aree interne.

Oggi più che mai si parla di zone interne ma sostanzialmente non si attuano interventi che possano offrire realmente ristoro alle famiglie, creando le condizioni effettive per poter rimanere nei territori montani a salvaguardia e presidio del nostro entroterra e dei valori caratterizzanti il nostro vissuto.

Il Sindaco di Casoli

Massimo Tiberini

I giochi di una volta mandano via le auto dal Corso

by Staff Comunicazione on

Riscoprire i giochi di una volta all’aperto senza la paura delle macchine, questa l’iniziativa che promuove l’amministrazione comunale vietando il traffico e la sosta, fino al 15 settembre, dalle 17 alle 23, nei giorni di sabato e domenica, lungo corso Umberto I dall’incrocio con via Montaniera fino alla fontanella pubblica posta immediatamente dopo la chiesa di Santa Reparata.

«Si parla spesso di noia, di creatività e di far tornare i bambini a divertirsi con poco», dice il sindaco Massimo Tiberini, «per trasformare in pratica le riflessioni che spesso proponiamo abbiamo deciso di cercare e riportare alla luce i tradizionali giochi di strada e da cortile, giochi ormai dimenticati che hanno intrattenuto generazioni di bambini nei nostri paesi».

I bambini si cimentano con il gioco della campana per realizzare il quale serve solo un gesso colorato necessario per disegnare un tracciato, sette o nove caselle concatenate le une alle altre. I giocatori, a turno, devono lanciare un sassolino dentro la prima casella e poi cominciare il percorso. Oppure possono giocare alla “corda”, da soli o in compagnia, un gioco che stimola il coordinamento motorio.

«Abbiamo in mente», dice Tiberini, «di proporre anche un’animazione per incentivare i ragazzi alla scoperta di altri giochi come quello degli “stagnitte”, vale a dire l’utilizzo dei tappi di corona delle bottiglie con i quali, dopo aver tracciato un percorso con curve e rettilinei, arrivare primi al traguardo spingendo li stagnitte con la sola forza delle dita senza mai debordare oltre il perimetro tracciato.

Con questa iniziativa», conclude il sindaco, «vogliamo trasformare la piazza come luogo d’incontro per divertirsi in sicurezza e, soprattutto, permettere una socializzazione ludica».

 

[Articolo pubblicato su Il Centro in data 19 giugno 2019]

Grazie ai cittadini di Casoli che hanno consentito, con il loro comportamento virtuoso, il raggiungimento del 78% di raccolta differenziata nel primo anno di gestione ecolan da maggio 2018 a giugno 2019″ – Afferma il Sindaco di Casoli Massimo Tiberini.

“Ieri sera all’incontro con i cittadini abbiamo raccolto dei suggerimenti per verificare la possibilità di spostare al sabato mattina la raccolta dell”umido, la fattibilità ad inserire la motivazione di dettaglio quando c’è un conferimento non appropriato, la necessità di fare ulteriori incontri ma una cosa è certa, siamo sulla buona strada!

“Un sincero ringraziamento lo faccio a nome dell’amministrazione comunale al direttore tecnico della Ecolan per l’attenta gestione e il continuo confronto per migliorare il servizio di raccolta.”

Il Sindaco di Casoli
Massimo Tiberini

Casoli. Il 25 aprile 2018 è una giornata storica per Casoli. E’ infatti la prima volta nella storia in cui un Presidente della Repubblica ha visitato il nostro paese. L’occasione è la festa della liberazione, un’occasione di visibilità nazionale che ha ridato vigore alle origini partigiane di Casoli.

La scelta di venire a Casoli il 25 aprile è la chiara volontà di valorizzare le origini della lotta partigiana che, come ha ricordato lo stesso Presidente, è partita dall’Abruzzo. In particolare la Brigata Maiella, nata ufficialmente il 5 dicembre del 1943 nel nostro paese, è stata una delle formazione partigiane più importanti, numerose e durature durante la lotta per la liberazione. La Brigata Maiella entra per prima nella città di Bologna liberata. L’avventura si conclude il primo maggio 1945 ad Asiago. La Brigata viene sciolta ufficialmente il 15 luglio a Brisighella e nel 1963 viene insignita della medaglia d’oro al valore militare, a cui si aggiungono 11 medaglie d’argento, 34 medaglie di bronzo e 144 croci di guerra assegnate ai suoi combattenti.

Il Presidente Mattarella durante il suo discorso al teatro comunale ha detto che “Casoli è stato uno dei centri nevralgici della Resistenza in Abruzzo, e celebrare qui la festa della Liberazione ha consentito di sottolineare le pagine di storia, non sempre adeguatamente sottolineate e conosciute, scritte dalla Resistenza nel Mezzogiorno d’Italia”.

E’ stata una vera e propria festa. Per un giorno Casoli è stata il centro della storia d’Italia, in diretta su tutte le tv nazionali, ricordata da tutti per le vicende storiche e per la calorosa accoglienza riservata al Presidente. Mattarella ha infatti visitato il Castello Ducale, il palazzo Tilli e, prima di giungere nel teatro comunale, un tratto di Corso Umberto I dove è stato calorosamente accolto da tutti i cittadini e da un paese vestito a festa con il tricolore, come non si era mai visto. Una grande gioia per tutti coloro che hanno partecipato a questa storica giornata dal vivo e per i casolani lontani che orgogliosi hanno seguito la giornata in diretta tv.

“Sono emozionato e orgoglioso al tempo stesso – ha affermato il Sindaco Tiberini al termine della cerimonia – Sono emozionato perché sto ricordando una ad una le immagini di questa splendida giornata e, soprattutto, per come avete accolto il nostro Presidente Sergio Mattarella. La vostra accoglienza mi ha reso orgoglioso; orgoglioso della vostra partecipazione, orgoglioso del vostro calore verso le istituzioni, orgoglioso per la splendida figura che la cittadinanza ha fatto con l’Italia intera. Voglio ringraziarvi tutti, uno ad uno dal profondo del cuore, uno per uno perché siamo una meravigliosa comunità.
Grazie a tutti e ancora un buon 25 Aprile.
Viva Casoli. Viva l’Italia. Viva la Repubblica.”
Il Sindaco Massimo Tiberini








 

 

A distanza di un anno dalla grande nevicata del 2017 è di nuovo allerta per l’emergenza neve anche nel nostro paese. Sono previste nevicate anche intense dalla mattinata di domenica 25 febbraio fino a martedì 27. Viste le previsioni il Comune di Casoli è già pronto con il piano neve per gestire l’emergenza.

Pochi giorni fa il Sindaco Massimo Tiberini ha partecipato una riunione di preallerta mal tempo con il responsabile dell’ufficio tecnico, il responsabile dei vigili e con i funzionari del Comune al fine di prevenire il più possibile le incertezze causate dal maltempo in arrivo.
In particolare è stata fatta un’ordinanza per lasciare liberi alcuni spazi nel centro storico per permettere la pulizia della neve con il mezzo meccanico. Spazi segnalati con appositi cartelli dissuasori per evitare che vengano divelti. Sono poi stati già preparati e posizionati i sacchi di sale pronti per l’utilizzo.

Questa la comunicazione ufficiale del Sindaco:

In previsioni di possibili nevicate nei giorni 25.02.2018 e successivi si invita tutta la cittadinanza a collaborare con l’Amministrazione Comunale adottando, per quanto possibile, i seguenti comportamenti:

  • Tenere l’accesso alla propria abitazione, gli spazi adiacenti nonché le rampe private, sgombre da neve e/o ghiaccio;
  • Dotarsi per la circolazione nel territorio comunale, di pneumatici da neve o di catene a bordo;
  • Limitare gli spostamenti allo stretto necessario, compresi quelli pedonali;
  • Allontanare tutti i veicoli che possono ostacolare l’azione dei mezzi di intervento ed in particolare evitare di parcheggiare le auto su Corso Umberto I, Piazza Brigata Majella, Piazza Del Popolo, Largo del Tempio al fine di agevolare le operazioni di sgombero della neve e/o la formazione di cumuli;
  • Agevolare la percorribilità dei tratti di marciapiede in corrispondenza di edifici, negozi e aziende sgomberandoli dalla neve e dal ghiaccio;
  • Per il pericolo di caduta della neve dai tetti, non camminare o sostare sotto o in prossimità di tetti, cornicioni e pensiline;
  • Per garantire l’incolumità delle persone, i proprietari, gli amministratori e gli affittuari degli immobili dovranno rimuovere la neve ed il ghiaccio sporgenti da tetti, balconi e grondaie e se impossibilitati dovranno delimitare le zone di caduta;
  • Non toccare, in nessun caso, i fili elettrici o cavi che dovessero cadere al suolo.

Inoltre, il Sindaco coglie l’occasione per ringraziare tutti coloro che collaboreranno fattivamente in occasione del previsto evento atmosferico.

Punto di Primo Intervento a Casoli: Ecco la verità

by Staff Comunicazione on

Viste le voci che si rincorrono su quanto sta accadendo al Punto di Primo Intervento di Casoli ci sembra corretto e doveroso chiarire alcuni punti.

Sappiamo bene che il nostro ospedale è stato chiuso nel 2010 e sappiamo bene da quale giunta regionale è stata presa tale decisione ma, da allora, abbiamo sempre cercato instancabilmente si realizzare e potenziare i servizi erogati dal nostro presidio a beneficio dell’intero territorio del Sangro Aventino.

In particolare:

– Vi è stata l’attivazione dell’ospedale di comunità di Casoli: una importante realtà al servizio di questo territorio che ad oggi conta 20 posti letto.

Nel corso del 2016, partita con soli 10 posti letto, ha permesso di ricoverare 304 pazienti del nostro comprensorio, con una degenza media di 14 giorni ed un tasso di occupazione dei posti letto del 125%. Un risultato che pone questa realtà ai vertici nazionali per strutture similari.

In quest’ultima settimana con una disponibilità di 20 posti letto sono ricoverati 18 pazienti, a testimonianza che l’ospedale di comunità è una risorsa fondamentale e attiva nel nostro territorio.

– Sono state confermate le prestazioni dei medici che svolgono attività ambulatoriale nel PTA, rappresentatati dalle seguenti specializzazioni: Diabetologo, Ortopedico, Geriatra, Pneumologo, Centro Alzaimer, Reumatologo, Neurologo, Fisiatra, Ginecologo. Sono inoltre state aggiunte le seguenti specializzazioni: Endocrinologo, Otorino, Dermatologo e Urologo.

– Il PPI (Punto di Primo Intervento) continua a svolgere normalmente la sua attività H24 e continua a garantire il servizio compreso sabato, domenica e festivi.

– Il servizio di 118 continua ad essere regolarmente presente H24 e non viene sostituito da alcuna colonnina.

Le notizie false circa la sostituzione del personale sanitario 118 con le colonnine SOS provocano disorientamento e allarmismo causando, questo si, una possibile diminuzione del numero degli accessi da parte degli utenti del nostro territorio. Tale diminuzione di accessi potrebbe rischiare di non far raggiungere il requisito numerico minimo di prestazioni previsto dalla normativa di riferimento. Per questo invitiamo tutta la cittadinanza ad usufruire del PPI in tutte le occasioni in cui lo ritengono necessario, senza farsi condizionare da voci di corridoio che parlano di chiusura del PPI e sostituzione del personale con la colonnina SOS.

A tal proposito teniamo a precisare che la colonnina SOS attualmente installata non sostituirà in alcun modo il personale del 118. Anzi, sarà utile a chiamare con tempestività una ulteriore ambulanza nel caso quella di servizio fosse fuori per un’altra emergenza, a tutto vantaggio della comunità locale.

Questa la realtà dei fatti, risultato di un’azione costante e coerente portata avanti con passione e determinazione dalla precedente e dall’attuale amministrazione comunale.

GLI AUGURI DI NATALE DEL SINDACO

by Staff Comunicazione on

“Cara/o Concittadina/o,
auguro a te ed a tutta la tua famiglia un Natale sereno; lo faccio con la speranza che la magia e la solennità di questo momento possano alimentare l’amore per il nostro paese e la partecipazione di tutti alla sua crescita e alla costruzione del suo futuro.
Con questa lettera auguro Buon Natale a tutte le famiglie di Casoli, perché a Natale ci sentiamo più vicini ai valori che ci appartengono e alle persone con le quali viviamo da sempre. Un augurio speciale ai bambini perché abbiano occhi attenti e cuori aperti alla vita che hanno davanti. Vorrei fare un augurio particolare anche a tutti gli anziani, grazie a loro pianifichiamo il presente per investire meglio nel futuro. Buon Natale a tutti i nostri giovani concittadini, ai quali dobbiamo dare fiducia e coinvolgerli affinché possano dare il loro contributo alla crescita sociale del nostro paese.
Voglio evidenziare che grazie all’impegno di tutti i miei collaboratori, si stanno raccogliendo i primi frutti di un lavoro faticoso e costante. Si tratta di piccoli traguardi che vogliamo condividere con tutti voi, con l’obiettivo di far diventare Casoli un paese sempre migliore e che riscopra il valore dell’unità quale occasione di crescita culturale e sociale per l’intera comunità.
Per me e per l’intera Amministrazione è importantissimo che ciò avvenga, perché vedere la comunità unita e partecipe della vita del paese è forse uno dei regali più belli che un Sindaco possa desiderare per Natale.
Buon Natale e Felice Anno Nuovo!”

Il Sindaco Massimo Tiberini

 

INCONTRO CON LA PRESIDENTE DELLA CAMERA BOLDRINI A MONTECITORIO

by Staff Comunicazione on

“Oggi mi sono recato a Roma e ho partecipato ad un’iniziativa culturale promossa dalla Camera dei Deputati.
E’ stata una giornata molto importante per noi rappresentanti del territorio della Maiella perché l’incontro si è incentrato sulla nostra storia e in particola sulle gesta eroiche della Brigata Maiella.
Una grande emozione incontrare in Piazza Montecitorio la Presidente Laura Boldrini che ci ha introdotti all’interno del palazzo e in particolare nella Camera dei Deputati dove ha pronunciato parole toccanti sulla storia della Repubblica e del valore fondante delle forze partigiane nonché sull’importanza dell’attività del Parlamento e, in particolare, al rispetto dei ruoli nella gestione della ‘cosa pubblica’.

tiberini-con-boldrini
Ho avuto poi la possibilità di dialogare e interloquire direttamente con la Presidente Boldrini: è stato un toccante ed emozionante colloquio diretto, ho potuto raccontarle del nostro bel Paese, Casoli, abbiamo discusso del ruolo delle zone interne, della crisi dei valori che sta investendo la nostra Società e del ruolo dei giovani nella società attuale.
Tra le altre cose, mi sono permesso di invitarla a Casoli per conoscere più da vicino la nostra storia, la nostra cultura e per continuare nell’impegno di diffondere nelle nuove generazioni i valori di libertà e democrazia…
Spero di avervi fatto rivivere le emozioni da me provate in questa giornata. Per me resterà sempre un piacevole e gradito ricordo. E speriamo di avere presto ospite a Casoli la Presidente della Camera.”

Il Sindaco

Massimo Tiberini