donatella di pietrantonio

Donatella Di Pietrantonio ha vinto la 55° edizione del prestigioso Premio Campiello, uno dei più importanti riconoscimenti in campo letterario in Italia. La scrittrice abruzzese si è aggiudicata il premio con il romanzo L’Arminuta (Einaudi), che ha ottenuto 133 voti sui 282 inviati dalla Giuria dei Trecento Lettori Anonimi. Dedica questo premio alla sua famiglia e all’Abruzzo, la sua Regione, che ha passato un anno difficile tra terremoti, valanghe e incendi.

“Siamo davvero contenti – afferma il Sindaco di Casoli Massimo Tiberini – che il Premio Campiello sia andato alla scrittrice che quest’estate abbiamo avuto l’onore di ospitare nel Castello di Casoli. Già in quell’occasione eravamo rimasti entusiasti dalla sua bravura e dall’estrema passione che ha manifestato nel corso dell’ultima serata di Ariel al Castello.”

“Aver avuto la possibilità di ospitare una scrittrice di questo calibro – aggiunge Tiberini – è stato per noi motivo di grande orgoglio. Non possiamo che farle di nuovo i complimenti e augurarle ancora tanto successo!”. La rassegna dannunziana si propone ogni anno di portare nel nostro Paese scrittori e artisti, abruzzesi e non solo, per promuovere e diffondere arte e cultura. Quest’anno l’obiettivo è stato centrato in pieno. La scrittrice è stata infatti l’ospite speciale dell’ultima serata del Festival D’Annunziano, sabato 19 agosto, in occasione della quale ha presentato il suo nuovo romanzo, L’Arminuta, diventato di lì a poco un vero e proprio successo editoriale.